Zaira di Nomadelfia, grande donna, mamma unica, persona speciale

Zaira di Nomadelfia, grande donna, mamma unica, persona speciale

Da “scartini” a Nomadelfi

Zaira di Nomadelfia, grande donna, mamma unica, persona speciale 

“Avevo vent’anni, settant’anni fa, quando con Don Zeno, portammo a Fossoli, centoventi bambini abbandonati, “scartini” di quel brefotrofio di Roma…”. Inizia così il racconto della sua vita di mamma adottiva di almeno trenta piccoli, figli abbandonati da altre mamme e per svariate ragioni. “Oggi, dopo settant’anni da mamma di innumerevoli figli e nipoti, sono particolarmente grata a tutte quelle altre mamme naturali, che avendo abbandonato a se stessi, questi figli loro, hanno consentito a me, una, dieci, cento maternità consapevoli e condiviso con loro la gioia di averne favorito la vita…e custodita”. Mi sono commosso alla immensità di parole gentili, umanissime, vere ed inimitabili, come queste. Una persona ringrazia altre mamme, che abbandonando e “scartando” figli loro, consentono a “questa donna” di diventarne mamma, con ogni e più vasta accezione. Immensa Zaira. “Tutta la mia vita è dedicata alla solidarietà, al bene, alla comunità di Nomadelfia, per rispetto e carità appresa dal suo fondatore ed ispiratore: Don Zeno Saltini. Siamo cresciuti nel numero, nelle attività, siamo sopravvissuti solo per la misericordia e la fede…ed ora siamo qua.”. Già, Zaira, quanta strada, quanti esempi, quanti pianti e chissà quanti i rimpianti per tante insensibilità ed impenetrabili atteggiamenti di chi, irritanti e stucchevoli ostilità, di chi raramente ha compreso la grandezza di questa straordinaria esperienza umana e di vita. Opera gigantesca di vita e di amore per l'uomo ed umanesimo. Immagino che sapere donare ogni energia e capacità, ogni risorsa interiore, superare chissà quanti ostacoli per favorire il crescere di creature che orgogliosamente affermano consapevolmente di essere “scartini” e sentirsi Nomadelfi, abbia un significato che travalica comprensioni ed interpretazioni comuni, ma che indichi come talune risorse che ognuno di noi possiede, siano ad appannaggio solo di chi dimostri di elevarsi nei valori del vivere, tanto da ergersi ad esempio per tanti. Sei proprio una grande donna, una persona speciale, una mamma unica.  Pensa Zaira a quanto fosse utile, sensato, opportuno il tuo apporto di esperienza, capacità, esempio, testimonianza, devozione ai principi etico-morali-filosofici-religiosi che Don Zeno ha tracciato e tu condiviso e praticato, e questa tua vita utilizzata come “consulenza” per ogni ministro o ministero che si occupi di problematiche sociali relative alle emarginazioni o ad aspetti concernente i diritti delle famiglie. Dovresti fungere TU, pur tra altri, da credibile testimone di parte, ascoltata e retribuita per merito e sapienza, per i valori che tale esperienza di vita racchiude, per tutti quanti noi. Ci pensino in tanti. Sarebbe un futuro migliore, se comprendesse i valori solidaristici che tu possiedi e quotidianamente esprimi.   Pure io nutro un desiderio: che ogni persona possa, ispirandosi alla tua comunità e vita, esprimere la propria solidarietà verso il prossimo con imitata intensità di come, emozionata, incredula ed estasiata, con i tuoi vispi occhi rotondi, guardi e culli ogni tuo figlio Nomadelfo e ne parli al cuore. …per ora solo questo…ma non è di certo finita qui…         valerio            www.immaginienonsoloparole.it

Zaira of Nomadelfia, great woman, single mother, special person

From "scartini" to Nomadelfi

Zaira of Nomadelfia, great woman, single mother, special kind 

"I was twenty years old, seventy years ago, when with Don Zeno, we brought to Fossoli, one hundred and twenty abandoned children," scartini "of that Rome's fiefdom ...". Thus began the story of his adoptive mother's life of at least thirty children, children abandoned by other mothers and for various reasons."Today, after seventy years as a mother of countless children and grandchildren, I am particularly grateful to all those other natural mothers, who having abandoned to themselves, these children have allowed me, one, ten, a hundred maternity aware and shared with them the joy of having favored life ... and kept it ".I was moved by the immensity of kind words, very human, true and inimitable, like these. A person thanks other mothers, who abandoning and "discarding" their children, allow "this woman" to become a mother, with every other meaning. Immense Zaira. "My whole life is dedicated to solidarity, to the good, to the community of Nomadelfia, out of respect and charity learned from its founder and inspirer: Don Zeno Saltini. We have grown in number, in activities, we have survived only for mercy and faith ... and now we are here. " Already, Zaira, how much road, how many examples, how many cries and who knows how many regrets for so many insensitivity and impenetrable attitudes of those, irritating and cloying hostility, of those who rarely understood the greatness of this extraordinary human experience and life. Gigantic work of life and love for man and humanism. I imagine that knowing how to donate every energy and ability, every inner resource, overcome who knows how many obstacles to favor the growth of creatures that proudly affirm to be "scartini" and feel Nomadelfi, it has a meaning that goes beyond common understandings and interpretations, but which indicates how some of the resources that each of us possess are only the preserve of those who demonstrate to rise up in the values ​​of life, so much so as to stand out for many. You are really a great woman, a special person, a single mother.  Zaira thinks how useful, sensible, appropriate your contribution of experience, ability, example, testimony, devotion to the ethical-moral-philosophical-religious principles that Don Zeno traced and you shared and practiced, and this your life used as " advice "for any minister or ministry dealing with social issues related to marginalization or aspects concerning the rights of families. You should be TU, among others, as a credible witness of part, listened to and rewarded by merit and wisdom, for the values ​​that such a life experience contains for all of us. Many think about it. It would be a better future if it understood the solidary values ​​that you possess and daily express.   I too have a desire: that every person can, inspired by your community and life, express their solidarity towards others with imitated intensity of how, excited, incredulous and enraptured, with your bright eyes round, look and cradle every your child Nomadelfo and talk to the heart. ... for now only this ... but it certainly did not end here ... valerio 
www.immaginienonsoloparole.it
  • tullio valerio mazza

    I social comunicativi ed i nostri contributi personali possono essere un veicolo informativo straordinario per rendere conosciute le eccellenze culturali, professionali, sociali, della vita di ogni giorno dell’operosità costruttiva e propositiva dei cittadini italiani. Al pari di altri atteggiamenti desidero proporvi di scrivere, menzionare, rendere conosciuti fatti e persone, luoghi, lavoro ed ogni altra evidente capacità professionale, etica, sociale di vostra conoscenza per renderla manifesta al mondo, che potrete migliorare ed arricchire con questo slogan: LORO SONO L’ALTRA ITALIA CHE ANCORA NON CONOSCETE; QUELLA MIGLIORE CHE CI RAPPRESENTA COME POPOLO